COMUNICATI STAMPA IMOLA

IMOLA

Fiori e piante: consentita la vendita, anche al dettaglio

Informiamo che il Governo ha pubblicato la sequente FAQ:

Il nuovo Dpcm del 22 marzo prevede che sia sempre consentita l’attività di produzione, trasporto, commercializzazione e consegna, tra l’altro, di prodotti agricoli e alimentari. La vendita di semi, piante e fiori ornamentali, piante in vaso, fertilizzanti, ammendanti e di altri prodotti simili è consentita?  

Sì, è consentita, in quanto l’art. 1, comma 1, lettera f), del Dpcm del 22 marzo 2020 ammette espressamente l’attività di produzione, trasporto e commercializzazione di “prodotti agricoli”, consentendo quindi la vendita anche al dettaglio di semi, piante e fiori ornamentali, piante in vaso, fertilizzanti etc.Peraltro tale attività rientra fra quelle produttive e commerciali specificamente comprese nell’allegato 1 dello stesso Dpcm “coltivazioni agricole e produzione di prodotti animali”, con codice ATECO “0.1.”, per le quali è ammessasia la produzione sia la commercializzazione. Deve conseguentemente considerarsi ammessa l’apertura dei punti di vendita di tali prodotti, ma in ogni caso essa dovrà essere organizzata in modo da assicurare il puntuale rispetto delle norme sanitarie in vigore.

Gelate notturne del 23 marzo: ricognizione danni

A seguito del repentino abbassamento delle temperature avvenuto in questi giorni siamo a fare una ricognizione speditiva dei danni.

Questo non significa che siano già stanziati i fondi, ma stiamo cercando di capire l’entità dei danni alle coltivazioni.

Continua a leggere

Emergenza Coronavirus: servizi garantiti e tutti gli aggiornamenti

Uma: procedura semplificata per il carburante agricolo

Per agevolare le attività del settore agricolo durante l’emergenza sanitaria, la Regione Emilia-Romagna  ha deciso di semplificare le procedure per il carburante agricolo agevolato. A tal fine occorre comunicare al più presto la rimanenza dei carburanti (gasolio e benzina) al 31/12/2019. Sarete contattati nei prossimi giorni per agevolare l’invio delle comunicazioni.

E se l’inquinamento atmosferico non fosse “colpa” dell’agricoltura?

C’è almeno un fattore positivo in una situazione così grave. Secondo i dati sulla qualità dell’aria rilevati da Arpae in questi giorni, la nostra regione e gran parte del Nord sono “Verdi”: in sostanza i livelli di PM10 sono sotto i 25 µg/m3 e dunque la qualità dell’aria è molto buona. Questa è la fotografia di domenica 15 marzo, quando anche gran parte delle attività produttive si è fermata e il traffico di auto e mezzi pesanti sulle strade era pressoché azzerato. Rilevazioni del tutto simili sono state rese note nei giorni scorsi anche dall’ESA (European Space Agency) che, grazie ai suoi sofisticati satelliti, ha indicato che i livelli di inquinamento – soprattutto delle emissioni di diossido d’azoto un gas altamente tossico – si sono abbassati notevolmente sull’Italia settentrionale.

Continua a leggere

Emergenza coronavirus: sospensione rate dei prestiti

Cia-Agricoltori Italiani, insieme alle altre associazioni di categoria, ha siglato un’intesa per la sospensione o l’allungamento del pagamento dei prestiti al 31 gennaio 2020. La moratoria è riferita ai finanziamenti alle micro, piccole e medie imprese danneggiate dall’emergenza epidemiologica “COVID-19”.

Continua a leggere

Coronavirus: le misure d’emergenza per il settore agricolo

“Condividiamo pienamente le richieste che il nostro presidente nazionale Dino Scanavino ha fatto a Giuseppe Conte per superare la crisi del settore provocata dall’attuale situazione sanitaria. Interventi urgenti finalizzati ad arginare la sfiducia nei confronti del nostro Made in Italy, per far ripartire l’export e colmare il gap dell’assenza di manodopera stagionale. Ma voglio ricordare che questa emergenza è arrivata in un contesto di forte crisi preesistente, dovuta ai gravi problemi fitosanitari e alla continua e inarrestabile contrazione dei prezzi. E queste due situazioni continuano a rimanere irrisolte – spiega Giordano Zambrini, presidente di Cia – Agricoltori Italiani Imola.

Continua a leggere

Coronavirus: accesso limitato ai nostri uffici per contenere la diffusione

Informiamo i nostri associati che a partire da lunedì 9 marzo, adotteremo alcune misure per prevenire la diffusione del coronavirus.
L’accesso agli uffici sarà consentito solo su appuntamento, telefonando allo 0542/646111.

In base alle esigenze specifiche sarà possibile selezionare uno dei nostri interni:

1 SERVIZIO FISCALE
2 DATORI DI LAVORO
3 UFFICIO TECNICO
4 PATRONATO
5 AMMINISTRAZIONE
6 UFFICIO CONSULENZA
7 SERVIZIO SINDACALE
0 SEGRETERIA

Sarà inoltre possibile contattare telefonicamente i nostri tecnici e consulenti:

DATORI DI LAVORO – 349/1517078
UFFICIO TECNICO – 335/1354751
PATRONATO : Cinzia – 349/8461536, Mirco – 335/7768487
UFFICIO CONSULENZA: Elena – 349/3150595, Giuliana – 335/7768490, Jacopo – 329/4529009 , Roberta  – 335/7768484

Rimangono, inoltre, valide le indicazioni della Regione Emilia-Romagna  che ha predisposto la “Sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di aggregazione in luogo pubblico o privato, anche di natura culturale, ludico, sportiva ecc, svolti sia in luoghi chiusi che aperti al pubblico”.

Pertanto tutte le attività di natura aggregativa, convegnistica e formativa sono sospese fino a data da destinarsi.

Ci scusiamo per i disagi ma sono disposizioni volte a tutelare il bene di tutti

 

Piena condivisione della “ricetta” Cgil per superare la crisi

Piena e completa condivisione da parte di Cia – Agricoltori Italiani Imola delle osservazioni e proposte di Marina Collina, segretaria generale Cgil, espresse nel corso dell’assemblea annuale del sindacato, durante il quale si è inevitabilmente parlato della crisi economica ed occupazionale che ha colpito anche l’imolese. Crisi che riguarda anche il settore agricolo, visto che i cali produttivi in frutticoltura e la sempre minor richiesta di manodopera stagionale, rischia di far perdere centinaia di posti di lavoro e dunque di disoccupazioni agricole, che l’Inps elargisce solo se si raggiungono un determinato numero di giornate lavorate.

Continua a leggere

C.I.A. EMILIA ROMAGNA – VIA BIGARI 5/2 – 40128 BOLOGNA BO – TEL. 051 6314311 – FAX 051 6314333
C.F. 80094210376 – PEC: amministrazione.er@cia.legalmail.it

Privacy Policy  –  Note legali

WhatsApp chat